Perché la VMC per le Case in Legno?

Come funziona la VMC a doppio flusso ed una VMC Termodinamica

27/10/2020

La VMC “Ventilazione Meccanica Controllata” a doppio flusso con recuperatore di calore è un impianto che in estrema sintesi può essere schematizzato nel seguente modo:


- una prima fase in cui mediante una canalizzazione con relative bocchette viene aspirata l'aria viziata dagli ambienti e convogliata nella macchina “Unità di Ventilazione”;

- una seconda fase in cui dall'aria convogliata nella macchina viene recuperato il calore, con punte di rendimento fino al 90%, per poi essere espulsa dalla casa;

- una terza fase in cui viene presa aria pulita dall'esterno, convogliata nella macchina e riscaldata con il calore estratto precedentemente dall'aria viziata;

- una quarta ed ultima fase in cui l'aria pulita e riscaldata viene distribuita mediante una canalizzazione e relative bocchette nei locali della casa come camere, soggiorni e studi.


In definitiva l'impianto di VMC permette di avere un ricambio continuo e controllato dell'aria della casa senza andare a raffreddarla in inverno e riscaldarla in estate. Affiancato all'impianto di VMC è necessario un impianto per riscaldare e raffrescare gli ambienti. Solitamente questo impianto è composto da una pompa di calore e terminali di distribuzione nei vari vani della casa. I due impianti possono essere totalmente indipendenti o integrati in due modalità.


IMPIANTI INDIPENDENTI

Nell'edificio è presente un impianto di VMC a cui è demandato il lavoro di ricambio dell'aria ed un impianto parallelo e totalmente indipendente per riscaldare/raffrescare i locali dell'edificio.


IMPIANTI INTEGRATI “Soluzione A”

La soluzione A prevede una VMC termodinamica “aggregato compatto” in cui all'interno della stessa unità di ventilazione è integrata anche una piccola pompa di calore in grado di raffrescare e riscaldare l'aria che viene immessa nelle stanze. Spesso lo stesso aggregato compatto è in grado anche di produrre Acqua Calda Sanitaria. Questa tipologia d'impianto ad oggi risulta molto costoso ed in grado di generare modeste potenze; pertanto risulta spesso utilizzabile solo per unità abitative di modeste dimensioni. Al seguente link è possibile vedere più nel dettaglio il funzionamento di una VMC termodinamica.


IMPIANTI INTEGRATI “Soluzione B”

La soluzione B prevede un normale impianto di VMC con recuperatore di calore al quale viene aggiunta una batteria collegata ad una pompa di calore, esterna all'unità di ventilazione, in grado di riscaldare o raffrescare l'aria pulita immessa negli ambienti della casa. Questa tipologia d'impianto ad oggi risulta più economico ed in grado di generare potenze maggiori rispetto alla VMC termodinamica; pertanto è possibile l'utilizzo anche per unità abitative di grandi dimensioni a patto che siano ad elevatissima efficienza energetica. Al seguente link è possibile vedere più nel dettaglio il funzionamento di una VMC con batteria.


Negli edifici di nuova generazione a bassissimo consumo energetico risulta di fondamentale importanza lo studio della dotazione impiantistica per poter sfruttare al massimo l'efficienza dell'involucro ed ottimizzare i costi di realizzazione e di gestione degli impianti di riscaldamento/raffescamento. Un'errata valutazione degli impianti può creare costi elevati di realizzazione/gestione dello stesso impianto e mancanza di comfort interno agli ambienti. Le Case in Legno, ma più in generale tutte le case di concezione moderna, dovrebbero essere progettate per essere NZEB “Nearly Zero Energy Building” e pertanto la richiesta di energia per riscaldare/raffrescare gli ambienti è minima e concentrata in poche settimane invernali ed estive. Inoltre gli edifici NZEB per poter essere efficienti devono avere un'elevata tenuta all'aria ed azzerare gli sprechi energetici a causa degli spifferi. Nelle Case in Legno prefabbricate avere un'elevata tenuta all'aria diventa anche di fondamentale importanza per garantire le durabilità della stessa struttura e scongiurare possibili fenomeni di marcescenza che si potrebbero instaurare qualora all'interno della parete in legno si formassero punti di rugiada. In definitiva una casa prefabbricata in legno, realizzata con cura, dovrebbe essere verificata sempre con il Blower Door Test ed ottenere valori n50 di riferimento inferiori ad 1,00/h.

In conseguenza di quanto sopra esposto risulta auspicabile la realizzazione di un impianto di VMC all'interno di tutte le case in legno in maniera da creare un binomio in grado di esaltare al massimo tutte le caratteristiche intrinseche degli edifici in legno e dello stesso impianto di ventilazione.


Di seguito vengono riportati tutti i vantaggi nell'avere un impianto VMC all'interno di una casa in legno:


EFFICIENZA ENERGETICA

Negli edifici ad elevatissime prestazioni energetiche il consumo di energia per la ventilazione ha un'incidenza molto più elevata rispetto ad un normale edificio. Con l'utilizzo di una VMC con recuperatore di calore è possibile ridurre i consumi energetici del 30/50 %.


CONTROLLO DELL'UMIDITA'

La possibilità di regolare il flusso dell'aria fra ingresso ed uscita permette il controllo dell'umidità dell'aria e conseguentemente si scongiura la formazione di condense e muffe nei materiali da costruzione. 


COMFORT ACUSTICO

Eliminazione di inquinamento acustico dall'esterno (stradale, ferroviario, aereo ecc..) mantenendo chiuse le vetrate per il ricambio dell'aria.


QUALITA' DELL'ARIA

Aria sempre salubre e preraffreddata o preriscaldata a seconda della stagione in maniera da prevenire malattie ed avere un habitat ideale per la salute del corpo umano. Grazie ad i filtri è possibile bloccare le polveri sottili ed i pollini.



Richiedi Preventivo

Struttura in Legno    

Impiantistica    

Rifiniture interne ed esterne    

ALLEGA PROGETTO ARCHITETTONICO (max. 10 Mb):

Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy ed acconsento al trattamento dei miei dati personali:
   

Autorizzo l'invio di news e comunicazioni promozionali da parte di Campigli Legnami: