Multipiano in legno: un esempio di monitoraggio

Il controllo continuo della Struttura in XLAM realizzata a Firenze

23/03/2020

Il Sistema Affidabilità Legno Edilizia (S.A.L.E) è il primo protocollo di qualità con il fine di realizzare le strutture in legno a regola d’arte e fornire  ai committenti dei costruttori certificati e qualificati nell’edilizia in legno. 

S.A.L.E all’interno del proprio protocollo ha definito la più completa strategia di monitoraggio e quella più raccomandata per il controllo dei sistemi. 

All’interno di questo protocollo, grazie alla collaborazione dell’ufficio tecnico di Assolegno con Conlegno e Logica H&S, è stato creato uno specifico sistema di monitoraggio continuo dedicato alle Strutture in Legno.

Per monitoraggio continuo intendiamo un tipo di controllo completo in grado di essere funzionante per tutta la durata dell’operato. Infatti le variabili prese in considerazione al fine di definire l’efficienza strutturale sono il contenuto di umidità degli elementi strutturali in legno e la deviazione delle partizioni verticali e orizzontali.


Il contenuto eccessivo di umidità origina un degrado di tipo biologico ad opera di funghi, ciò causa una demolizione del tessuto legnoso quando l’umidità del materiale supera la soglia del 20%. A tal proposito, tenendo in considerazione le soglie di allarme, si evidenzia che la crescita del micelio fungino è in funzione della temperatura.

Le soglie di rischio in relazione all’umidità, sono le seguenti:

1. U (%legno) ≥ 20% per un tempo t inferiore a 1 g

2. U (%legno) ≥ 20% per un tempo t  compreso tra 1g < t ≤ 5 gg

3. U (%legno) ≥ 20% per un tempo t  compreso tra 5 gg < t ≤ 10 gg

4. U (%legno) ≥ 20% per un tempo t  compreso tra 10gg < t ≤ 15 gg


L’altra variabile da prendere in considerazione riguarda le deviazione delle partizioni verticali e orizzontali dalla configurazione di progetto.

Le soglie di rischio sono le seguenti : 

1. Prima soglia di rischio: 0,55°  (Δ/H =1%) – edificio danneggiato ma pienamente funzionante

2. Seconda soglia di rischio: 1,10° (Δ/H =2%) – edificio danneggiato non pienamente funzionante

3. Terza soglia di rischio: 1,60° (Δ/H=3%) - edificio danneggiato (con necessità di evacuare l’edificio).


Tuttavia nel sistema di monitoraggio devono essere presi in considerazione i seguenti fattori :

Esposizione del fabbricato, Venti dominanti, Pioggia di stravento, Superfici piane che possono essere “veicolo” di accumulo di acqua. 

Il sistema di monitoraggio sta diventando sempre più uno strumento essenziale per una gestione e manutenzione ottimale della struttura nel tempo indipendentemente dalla tecnologia utilizzata.


Possiamo affermare in via più generale che il sistema di monitoraggio cerca di individuare un eventuale processo di degrado in atto su una struttura in legno ponendo l’attenzione su un comportamento non in linea con le previsioni e che pertanto potremmo definire anomalo. 

Tale sistema ha quindi l’obiettivo di controllare le soluzioni costruttive e non di definire la coerenza del costruito al progetto e ai testi di legge. 


Il sistema di monitoraggio prevede le seguenti componenti:

Sonde igrometriche ed inclinometriche collegate a una centralina di raccolta dati,un concentratore per l’elaborazione e per inoltrare dati e infine un touch pad per la visualizzazione da remoto dei dati raccolti. In funzione delle dimensioni dell’edificio potranno essere utilizzate più sonde e più centraline.


Un esempio di tutto questo è il Multipiano in Legno, con destinazione residenziale, realizzato a Firenze in viale Giannotti dalla Campigli Legnami per conto di Casa Spa. 

E’ doveroso evidenziare le scelte di misurazione ovviate da Casa Spa all’interno di un opera cosi complessa ovvero un lavoro di conciliazione tra concertazione, strutturistica, impiantistica e infine tecnologo.

L’edificio ad altissima tecnologia è il primo in Europa ad avere un simile impianto di monitoraggio e sarà un modello per le future costruzioni in termini di tecnologia,sicurezza antisismica e  durabilità della struttura stessa.

Questo sistema ideato da Federlegno Arredo, all’interno del protocollo S.A.L.E., è stato oggetto di domanda di brevetto e consente di visionare il “battito cardiaco” dell’edificio. 

Infatti le sonde istallate direttamente sui pannelli XLAM e collegate al sistema di monitoraggio invierà specifici “Alert” direttamente a Casa Spa e potranno essere identificate eventuali criticità dell’ossatura portante.


Realizzazione del Grezzo Avanzato a cura della Campigli Legnami.



Richiedi Preventivo

Struttura in Legno    

Impiantistica    

Rifiniture interne ed esterne    

ALLEGA PROGETTO ARCHITETTONICO (max. 10 Mb):

Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy ed acconsento al trattamento dei miei dati personali:
   

Autorizzo l'invio di news e comunicazioni promozionali da parte di Campigli Legnami: