Collaudo Statico degli Edifici in Legno

Prove Statiche e Dinamiche del Multipiano in Legno a Firenze

12/05/2020

Ai sensi delle vigenti Norme Tecniche per le Costruzioni 2008 il Collaudo Statico riguarda il giudizio sul comportamento e le prestazioni delle parti dell'opera che svolgono funzione portante.

Il collaudo statico, tranne casi particolari, va eseguito in corso d'opera quando vengono posti in opera elementi strutturali non più ispezionabili, controllabili e collaudabili a seguito del proseguire della costruzione.


Le opere non possono essere poste in esercizio prima dell'effettuazione del collaudo statico. 


Il collaudo statico deve essere redatto da un Collaudatore, tecnico abilitato da più di 10 anni all'ordine degli Ingegneri o degli Architetti, che non ha contribuito alla redazione della progettazione e direzione dei lavori architettonici e strutturali.

Il collaudatore dovrà rispettare gli adempimenti obbligatori riportati al paragrafo 9.1 della vigente normativa e nell'ambito della propria discrezionalità, potrà richiedere di effettuare tutti quegli accertamenti, studi, indagini, sperimentazioni e ricerche utili per formarsi il convincimento della sicurezza, della durabilità e della collaudabilità dell’opera, quali in particolare:

- prove di carico;

- prove sui materiali messi in opera, anche mediante metodi non distruttivi;

- monitoraggio programmato di grandezze significative del comportamento dell’opera da proseguire, eventualmente, anche dopo il collaudo della stessa.


In riferimento ai Multipiano in Legno realizzati dalla Campigli Legnami in viale Giannotti a Firenze è stato previsto un monitoraggio continuo delle strutture in legno Xlam (vedi la News del 23/3/2017) e sono state eseguite prove Statiche e Dinamiche al fine di identificare la corrispondenza del comportamento teorico e quello sperimentale.


Prove Statiche

Le prove di carico, realizzate mediante il riempimento di serbatoi con acqua, sono state eseguite simulando il comportamento delle opere sotto le azioni di esercizio e tali da indurre le sollecitazioni massime di esercizio per combinazioni caratteristiche (rare).


Con le prove eseguite e l'analisi degli spostamenti, rilevati dai comparatori, è stato possibile valutare il comportamento deformativo dei pannelli Xlam di solaio in maniera da poter trarre le seguenti conclusioni:

- le deformazioni sono risultate crescenti proporzionalmente all'incremento dei carichi;

- nel corso della prova non si sono prodotte fratture, fessurazioni, deformazioni o dissesti anomali;

- la deformazione elastica è risultata ampiamente inferiore a quella prevista in fase progettuale.


Prove Dinamiche

Al fine di misurare le caratteristiche dinamiche dell’edificio di 6 piani è stata effettuata una serie di prove con una vibrodina, ovvero una macchina in grado di generare una forza ad eccitazione armonica in una data direzione e in un dato intervallo di intensità e frequenze.

Questo tipo di prove servono a mettere in “eccitazione” con una forzante dinamica l’edificio nelle due direzioni principali e a misurarne le caratteristiche dinamiche fondamentali come il periodo proprio di vibrazione (o la frequenza propria che è il suo inverso) e le forme modali principali, attraverso l’utilizzo di accelerometri posizionati in punti chiave.

Pertanto da queste prove sono state ricavate importanti informazioni sul comportamento dell’edificio sotto l’effetto di azioni dinamiche reali come l’azione sismica e sono state confrontate con la modellazione numerica agli elementi finiti effettuata in sede di progettazione. 

La progettazione strutturale dell’edificio, realizzata a cura della dedaLEGNO, è stata sviluppata mediante la realizzazione di un modello agli elementi finiti in grado di simularne il comportamento sotto l’effetto dell’azione sismica, schematizzando i pannelli XLam con elementi shell di rigidezza equivalente e le connessioni meccaniche utilizzate nella realizzazione dell’edificio con molle lineari corrispondenti.


Il risultato del confronto ha evidenziato una quasi totale concordanza fra il comportamento simulato e quello riscontrato in fase di prova.



Richiedi Preventivo

Struttura in Legno    

Impiantistica    

Rifiniture interne ed esterne    

ALLEGA PROGETTO ARCHITETTONICO (max. 10 Mb):

Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy ed acconsento al trattamento dei miei dati personali:
   

Autorizzo l'invio di news e comunicazioni promozionali da parte di Campigli Legnami: